1.7. tessuti particolari

Tessuti doppia faccia
Double face
Tessuti multipli Giapponesi o messicani
Costituiti da tre elementi: due catene e una trama o da due trame e una catena. Indumenti pesanti tipo cappotti costituiti da 4 elementi o più: due catene e due trame. Oppure varie combinazioni di catene e trame e possono essere due formati da due, tre, quattro tessuti semplici sovrapposti e lagti assieme da radi punti di legatura. Adatti per cappotti, coperte ecc. Formati da da più catene e una trama. Una catena serve da fondo ed è chiamata catena di fondo. Le altre catene servono per ottenere disegni vari e sono chiamate catene d'effetto o a pelo striscianete.
Broccati Damaschi Damascati
Tessuti con disegni a risalto sul diritto ma possono anche essere sul fondo dovuti ad una trama supplementare, che può anche essere un'ordito. Tessuto operato della stessa tinta con disegno che spicca per contrasti di lucentezza. Considerato a due diritti ma si tende a preferire il lato del disegno formato dalla trama. Derivato dal Damasco però con filati di tinte diverse.
Tessuti a spugna Velluti - Tappeti Velours
Formato da una trama e da una catena di fondo e una d'effetto, quest'ultima è formata da un filo molto ritorto montato su un subbio diverso, questo filato è a tensione elastica mentre la catena di fondo è a tensione obbligata. Questo da l'effetto carrateristico della spugna, indicato per asciugamani e accapatoi. Il filato è prevalentemente di cotone. I velluti sono, di regola, fabbricati su armatura tela e con i vari procedimenti e con la cimatrice si ottiene il pelo rasato carrateristico. I tappeti hanno lo stesso principio di base ma i telai sono più compluicati. Tessuti di lana che dopo il procedimento di follatura viene effettuata anche la gazatura per sollevare il pelo.
Crespi Feltri Tessuto a maglia
Tessuti leggeri naturali o artificiali, cone entrambe le facce dall'aspetto granuloso, dovuto alla trama molto ritorta e con tendenza ad arricciarsi, alternando due sezioni di torsione a destra e due a sinistra, si crea il tipico aspetto. Non è un tessuto, il suo aspetto è dovuto alla proprietà dei peli di animale o le fibre di lana, di aggrovigliarsi quando sottoposti ad una pressione alterna per cui vanno tutti verso una stessa direzione. Questa capacità li rende molto resistenti e per accentuare il fenomeno, con la cardatura vengono immersi in soluzioni alcaline e a temperature di 60°. Tessuto su armatura saia ma con una lavorazione che riproduce la tipica costa dei capi lavorati ai ferri.
Maglia Maglia in catena Lastex
Non è un tessuto perchè la lavorazione è un unico filo che crea diversi punti. Per la sua struttura è molto elastica. Tessuto di maglia fatto di tanti fili di catena quante sono le maglie. Tessuto elastico per guaine, corsetteria, fasce ecc. E' composto da varie fibre, è reso elastico con l'aggiunta di fili di gomma ritorti e accoppiati in senso contrario.



le note descrittive presenti in queste pagine, sono tratte e liberamente scritte da Loretta B.©2009/2016, da il "Manuale merceologico di abbigliamento" di Mario Lorenzato - Editrice San Marco.







i vostri messaggi

commenti 1 messaggi


vedi i messaggi

apri