Privacy Policy
     giorno settimanamesegiorno  Chi non sa tenere il libro non lo sa neanche leggere. http://https://twitter.com/nina240557 https://www.facebook.com/Nina.web.graphics

Scrapbooking



Benvenuti nel settore dello "scrapbooking", dal menù laterale vai al kit di tuo interesse, scegli l'oggetto o gli oggetti e mandami una mail oppure scarica tramite il download presente.

infoInfo - immagini

Molti elementi sono dipinti con la tecnica della pittura digitale e quindi pezzi unici; altri sono pennelli con elaborazione personalizzata; ed altri ancora sono oggetti creati con forme e con stili personali.
Tutte queste immagini, sono frutto dell'estro e della fantasia dell'autrice, di conseguenza se ne vieta la riproduzione e la commercializzazione, anche parziale, se non previa autorizzazione dell'autrice

Cenni storici

dipingere
tratto dal sito: http://www.scrapbooking-saemec.it/


La parola "Album" appare nel periodo Greco Romano per definire il luogo di raccolta delle notizie pubbliche.

Nel Rinascimento appaiono i primi album predecessori degli "scrapbooks" in cui si raccoglievano informazioni e oggetti vari.

Nel 1706 il filosofo John Locke pubblicò un manuale 'New Method of Making Common-place Books' in cui spiegava come creare un libro per conservare proverbi, idee, poemi e memorie varie. Potremmo considerarlo come l'inizio del nostro attuale journaling.

Nel 1769 fu creata da William Granger un'appendice illustrata ad un suo libro sulla storia di Inghilterra. Questa idea fu sviluppata posteriormente includendo delle pagine bianche per permettere ai lettori di aggiungere le proprie immagini e i propri ricordi. Questo tipo di pubblicazione, conosciuta con il nome di "grangerizing", stava a significare un libro che si rinnovava con l'inserimento di nuove illustrazioni, lettere o ricordi.

Pubblicazioni di questo genere furono molto popolari durante il 1800. All'inizio del 1800 gia' questi libri somigliavano a quelli di oggi con copertine lavorate e con eleganti chiusure. Seguendo la scia dei libri di Granger e dei libri di raccolta ("Commonplace books") le signore iniziarono a conservare diari, giornali e "Friendship albums" dove venivano conservate poemi, libretti di ballo e altri ricordi.
I "Friendship albums" nascono in Germania come album che contenevano capelli intrecciati a fiori e nastri, accompagnati da un poema in ricordo degli amici.

Nel 1826 si inizia a parlare di Scrapbook. Nasce così l'interesse per la raccolta di oggetti e memorie anche grazie ad un libro pubblicato da John Poole intitolato "Manuscript Gleanings and Literary Scrapbook", nel quale si illustravano i diversi modi per disporre poemi, ritagli di giornali e una infinita' di altri ricordi.
Nel 1836 si commercializza il primo album per scrapbooking.
Nel 1870 i "Die-cutting" e i timbri iniziano ad apparire negli albums.
Nel 1880 coll'avvento della macchina fotografica appaiono le prime foto.
Oggi si eseguono anche in formato digitale come presentato in questo sito.


Scrapbooking, il journaling

Il racconto di una pagina di Scrapbooking si sviluppa con immagini e parole. Il testo è molto importante. A volte è divertente comporre le parole ritagliandole ad esempio dalle carte da Scrap. Saemec ha molte parole scritte in modo creativo per decorare le vostre pagine in tema giapponese, o al Campeggio, o durante la partita di Basket etc…

in questo sito troverete diverse scritte e/o lettere per comporre le vostre pagine in digitale

Un utilissimo strumento per scrivere i testi è il computer.
Potete preparare scritte fantastiche e poi incollarle o ritagliarle a piacere, oppure se lo fate in modo digitale potete inserire immagini dai vari kit che trovate nelle pagine seguenti.

Createvi un piccolo archivio di frasi e poesie che vi piacciono particolarmente, vi sarà utile per trovare velocemente la frase "giusta". Se ascoltate una poesia che vi piace, scrivetela, una ricetta che vi colpisce ma anche una semplice frase ….non lasciatevela sfuggire …e un consiglio …non dimenticatevi dei nostri dialetti sono ricchi di frasi molto adatte per lo Scrap, brevi ed incisive e molto colorite…una fonte inesauribile.

Fonte: http://www.scrapbooking-saemec.it/


decoro

 

i commenti degli utenti

nessun commento


apri